A2 F – IL SAN SALVATORE CHIUDE LA STAGIONE CON UN SORRISO

Share

Comunicato stampa N°61/2018-19

La squadra di Staico supera il fanalino di coda Medoc Forlì e chiude con 14 vittorie stagionali. Protagoniste le giovani

Selargius, 28baprile 2019

Una vittoria convincente fa calare il sipario sulla stagione del San Salvatore Selargius. Al PalaVienna, nell’ultimo impegno di una lusinghiera regular season, le giallonere hanno battuto la Medoc Forlì per 75-67, congedandosi nel miglior modo possibile dal proprio pubblico.

LA GARA – Lontane da assilli di classifica (il San Salvatore è salvo da tempo, mentre Forlì ha incassato con largo anticipo il verdetto della retrocessione in Serie B), le due squadre danno vita a una tipica gara di fine campionato. I ritmi sono alti, le difese non sempre attentissime, e il match va avanti punto a punto. Le giallonere tentano una prima accelerazione sul 16-12, ma le romagnole impattano immediatamente piazzando un break di 4-0. Un gioco da tre punti trovato da Brunetti permette comunque alle ragazze di Staico di chiudere il primo periodo in vantaggio sul 19-18.

Al rientro in campo il San Salvatore sembra decisamente in grado di scavare il solco, e con la tripla di Pinna allunga fino al 32-24. Già in questa fase lo staff selargino concede spazio a tutti i gioiellini del vivaio, con Loddo, Blecic, Salvemme e Pandori che hanno modo di mettersi in mostra con minuti di responsabilità. La squadra risponde bene, e con l’aiuto delle veterane arriva a toccare il +10 (38-28) con una bomba di Arioli. Il tecnico ospite Ceccaroni ricorre al timeout, ma non ottiene gli effetti sperati. Il San Salvatore spinge fino al +16, poi rallenta leggermente concedendo a Vespignani due canestri in fila che mandano le squadre alla pausa lunga sul 36-24.

Nelle fasi iniziali del terzo periodo le selargine trovano buoni spunti dalla giovanissima Pandori, ma al tempo stesso si fanno “mangiare” parte del margine di vantaggio acquisito. Cicic ricaccia indietro le forlivesi con il canestro del nuovo +10 (57-47), ma sulla sirena Martines pesca una fortunosa tripla dall’angolo appoggiata al tabellone che rinvigorisce le speranze della Medoc (59-54).

Nell’ultima frazione le padrone di casa sembrano poter chiudere i giochi senza patemi (Brunetti protagonista del +7 sul 67-60), ma ancora una volta le romagnole riescono a riaprire i giochi, tornando anche a un solo possesso di distanza delle selargine. Arioli sembra chiuderla con la tripla della staffa a due minuti dal termine, ma qualche palla persa di troppo rimanda la fine del match. A realizzare i punti della staffa, allora, è Denise Pinna, con il San Salvatore che, nel finale, manda in campo quattro quinti del quintetto interamente “costruiti in casa”.

“Le ragazze giovani si sono mostrate molto serie ed era stato giusto che venisse data loro l’opportunità di mettersi in mostra, benché protette dalle senior – commenta a fine gara coach Staico – il bilancio? E’ stato uno degli anni più produttivi da quando siamo in A2. Abbiamo rincorso i playoff ma per un pelo non siamo riusciti a ottenere questo risultato. Un pizzico di rammarico c’è, ma andiamo avanti comunque con fiducia”.

“Siamo molto soddisfatti per la salvezza tranquilla, non siamo mai stati nelle zone calde della classifica – afferma il presidente Mura – questo ci ha permesso di dare spazio alle nostre ragazze più giovani. Puntiamo tanto sul vivaio proprio per provare a portare in prima squadra le “nostre” ragazze. E’ questa la missione principale del San Salvatore. Un plauso, ovviamente, va anche alle senior, che si sono sacrificate tanto e hanno mostrato attaccamento alla maglia”.

San Salvatore Selargius-Medoc Forlì 75-67

San Salvatore: Cicic 3, Lussu 6, Arioli 21, Pinna 5, Gagliano 9, Loddo 2, Brunetti 15, Manfrè 6, Blecic, Salvemme 2, Stoichkova 2, Pandori 4. Allenatore: Staico

Forlì: Boni 4, Zavalloni 13, Vespignani 6, Pieraccini 9, N. Duca 5, Gramaccioni 8, Balestra 2, Martines 12, Juric 6, E. Duca 2. Allenatore: Ceccaroni

Parziali: 19-18; 46-34; 59-54

Arbitri: Consonni e Spinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.