RITORNO ALLA VITTORIA

Share

Prestazione di carattere sul campo della Sea Logistic Valmadrera

Valmadrera, 30 novembre 2013    Scarica il comunicato stampa in formato PDF

Ritorno alla vittoria per il San Salvatore Selargius. Con una gara di grande temperamento e vigore agonistico, con ben quattro giocatrici andate in doppia cifra, la squadra di Fabrizio Staico torna ad incassare i due punti nella serie A2 femminile di basket. La vittima di turno è la Sea Logistic Valmadrera, fino ad oggi compagna di viaggio di Lussu e compagne, con appena quattro punti in classifica. Il match in Lombardia vede da subito le selargine desiderose di fare risultato. La conferma arriva dal primo parziale. Una sola squadra in campo, trascinata da un Alessandra Visconti in serata di grazia e dalla solita inesauribile Anna Lussu, il San Salvatore decolla fino al + 13 in pochi minuti. Con un bottino rilevante anche negli spogliatoi (19-27), la squadra isolana si smarrisce però al rientro in campo, cedendo pian pianino il pallino di gioco alla formazione di Maurizio Frigerio. Un momento di scarsa concentrazione che regala il -4 alle padrone di casa al 30’ (34-38) e che per poco non condiziona la restante parte di gara. L’insegnamento della contesa di Vicenza (sconfitta di un solo punto dopo aver dominato tutta la partita) deve però aver fatto capolino nella testa delle campidanesi, che negli ultimi dieci minuti di gioco, anche grazie ai 13 rimbalzi catturati da Yordanova, hanno rimesso in campo la verve di inizio partita, conquistando con merito due punti fondamentali in chiave salvezza.

IL TABELLINO:
SEA LOGISTIC VALMADRERA – SAN SALVATORE SELARGIUS 47-57
Sea Logistic Valmadrera: Bussola 13, Capiaghi 2, Scudiero 13, Canova 13, Molteni 4, Pirovano, Guebre, Lacquanti, Gusmaroli 2, Corneo. Allenatore: Maurizio Frigerio
San Salvatore Selargius: Visconti 13, Brunelli, Nordio 2, Canalis, Angius, Yordanova 15, Lussu 15, Perseu 1, Palmas, Tinti 11. Allenatore: Fabrizio Staico.
Arbitri: Riccardo Pilati e Fabrizio Suriano di Torino.
Parziali: 5-18; 19-27; 34-38.

 

501 Visite totali, nessuna visita odierna

FUORI L’ORGOGLIO E IL CARATTERE

Share

Dopo tre stop consecutivi per il San Salvatore è ora di ripartire

Selargius, 29 novembre 2013    Scarica il comunicato in formato PDF

L’avversario si chiama Valmadrera, si è arreso all’esordio casalingo delle
giallonere nella stagione in corso ma ha sempre dato filo da torcere alla
squadra di Staico negli ultimi due anni. Contenuti utili ad eliminare qualsiasi
alibi baleni nella testa di Lussu e compagne. Domani (ore 20) il San
Salvatore Selargius non può e non deve fallire, per evitare di gettare al
vento le ultime chance utili a entrare nella griglia promozione. La
formazione selargina viene da tre sconfitte consecutive (Udine, Triestina e
Vicenza), in pratica le prime della classe.

Sara Angius (San Salvatore Selargius)Con la squadra di Voltan il passo falso si è però materializzato solo nel finale, dopo una gara controllata nel gioco e nel risultato. La gara col Valmadrera (penultima a pari punti con le selargine) è dunque ghiotta occasione per infilzare una nuova striscia di vittorie. “La squadra ha fatto rientro da Vicenza col morale a pezzi – dice Staico – una sconfitta maturata in quel modo può avere un duplice effetto: o ti butta giù o ti trasmette in corpo una rabbia indescrivibile”. Inutile girarci attorno, la speranza è che si materializzi la seconda ipotesi. “In ogni caso bisognerà non avere fretta e giocare come sappiamo – continua il coach del San Salvatore – quella lecchese è squadra tosta, abbastanza giovane ma esperta”.

Tra le osservate speciali figurano le solite Silvia Scudiero (ala di 182 cm, classe 1982), Claudia Bussola (play del 1984, alla sua sesta stagione in Lombardia) e Sara Canova (guardia milanese del 1989). All’andata (61-53) fu il primo quarto da brividi (20-4) a decidere la contesa a favore delle isolane, con una Greta Brunelli in versione top
player. “Io ricordo anche un quintetto che gioca insieme da anni e che è l’anima del gruppo – avverte Staico – è questo l’ingrediente da limitare per portare nuovamente a casa i due punti”. Continua a leggere

579 Visite totali, nessuna visita odierna

GRAZIE VELCO: L’INCASSO DELLA PARTITA PER L’EMERGENZA SARDEGNA

Share

Non solo sport nell’intenso fine settimana del club campidanese che ha tastato con mano la generosità del nord est italico e degli emigrati sardi

Selargius, 25 novembre 2013    Scarica il comunicato stampa in formato PDF

Più che la sconfitta di un solo punto, conta l’aver dato e ricevuto sostegno
morale e concreto a nome dei propri conterranei, attualmente intenti a contare
i danni della terribile alluvione che nell’isola ha provocato distruzione e morte.
Dal Veneto e dal Friuli Venezia Giulia la voglia di partecipazione è attiva e
variegata. Si stanno costituendo gruppi spontanei animati dalla voglia di fare
qualcosa, perché anche in queste regioni i disastri provocati dalle piogge
torrenziali rappresentano un incancellabile ricordo. A Padova, per esempio, gli
studenti universitari sardi hanno organizzato una raccolta fondi.

Testimone oculare di questa bella ondata di solidarietà è stato Mariano Contu
che nella sua duplice veste di dirigente del San Salvatore e di Assessore del
Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna è stato prima con gli emigrati
di Pordenone e le alte istituzioni friulane (per l’intitolazione del locale circolo
alla memoria di Sebastiano Crispatzu) e poi con quelli di Vicenza. Ha colto
l’occasione per portare ai presenti i pensieri e i saluti del club giallo nero ma
soprattutto ha fatto il punto della situazione su ciò che sta accadendo nelle
terre colpite dalle intemperie. Con lui c’era anche la presidente della Fasi
(Federazione delle Associazioni Sarde in Italia) Serafina Mascia che ha tracciato
un primo bilancio sulla mobilitazione dei sardi d’Italia per aiutare i sessanta
comuni colpiti.

Prima del match cestistico di sabato sera Mariano Contu ha parlato al pubblico
del Palasport Laghetto sulla situazione d’emergenza che la nostra isola sta
vivendo e ringraziandolo per lo slancio di generosità della società Velco che ha
destinato l’incasso alla causa della Sardegna. Inoltre l’Associazione Culturale
Grazia Deledda ha raccolto altri fondi dagli spalti. Le stesse cestiste selargine si
sono quotate consegnando poi la somma a chi di dovere. L’idea è venuta al
coach Fabrizio Staico ed è stata subito appoggiata dalle sue atlete. Gesti che
scalderanno il cuore dei più sfortunati.
“Abbiamo messo da parte una certa cifra – conferma la presidente del circolo
vicentino Luciana Sedda – le persone che hanno portato via la cassettina con i
soldi erano abbastanza soddisfatte. La Velco di Vicenza è stata molto generosa
e attenta”. Continua a leggere

969 Visite totali, nessuna visita odierna

RABBIA E DELUSIONE A VICENZA

Share

Le giallonere sconfitte all’ultimo secondo dopo aver comandato tutta la partita

Vicenza, 23 novembre 2013      Scarica il comunicato stampa in formato PDF

Rabbia e delusione, per il San Salvatore Selargius di serie A2 femminile. Nella
settima e ultima giornata del girone d’andata la formazione di Staico si è
arresa alla capolista Vicenza al termine di un match che ha visto le giallonere
sempre col naso avanti e mai disposte a soccombere. Basti pensare che già
nei primi 5’ Lussu e compagne erano riuscite a costruire un divario di dieci
punti, chiudendo poi tutte le successive frazioni in vantaggio. Addirittura, a
3’ dalla sirena finale, il punteggio vedeva la formazione ospite ancora avanti
di otto lunghezze. Allo scadere, un tiro libero di Ziberle, conclusione di un
gioco da tre punti, condannava però le sarde alla più grande delusione della
stagione. “Non parlo perché altrimenti dovrei dire sempre le solite cose – l’sms
di fine gara di coach Fabrizio Staico – nulla da recriminare alle ragazze, hanno
fatto una partita super e meritavano di tornare a casa con una vittoria”.

IL TABELLINO:
VELCO VICENZA – SAN SALVATORE SELARGIUS 58-57

Velco Vicenza: Camazzola 8, Fietta ne, Colombo 2, Martelliano 12,
Caldaro ne, Caracciolo 4, Ferri 4, Benko 17, Prospero 3, Zimerle 8.
Allenatore. Michela Voltan.

San Salvatore Selargius: Visconti 18, Brunelli 11, Nordio, Canalis ne,
Dessi’ ne, Yordanova 8, Lussu 13, Perseu 1, Palmas ne, Tinti 6. Allenatore:
Fabrizio Staico.

Arbitri: Cristiano Giusto di Albignasego (PD) e Salvatore Nuara di
Selvazzano Dentro (PD)

Parziali: 16-19; 28-33; 39-43; 58–57.

597 Visite totali, 1 visite odierne

PRONTE A RIPRENDERE LA CORSA INTERROTTA

Share

Il San Salvatore in partenza per la prima di due difficili trasferte

Selargius, 22 novembre 2013     Scarica il comunicato stampa in formato PDF

Conto alla rovescia, in casa del San Salvatore Selargius, per la ripresa del
campionato di A2 femminile di basket. Osservato il turno di riposo, la
formazione di Fabrizio Staico sarà di scena (domani, alle 20.30), sul campo
della Velco Vicenza. Le prossime avversarie di Lussu e compagne sono prime in
classifica, in condominio con Udine e Triestina, hanno perso una sola volta
(all’esordio sul campo della Triestina) e sono reduci dal “trentello” rifilato alla
Mercede Alghero nell’ultima trasferta della stagione. “Non dobbiamo farci
intimorire dal loro ruolino di marcia – dice Fabrizio Staico – Vicenza è forse la
squadra più esperta del campionato ma noi abbiamo i numeri per giocarci la
partita fino alla fine”. Dalla parte delle giallonere c’è il riposo forzato di due
settimane imposto dal calendario. “Abbiamo recuperato energie fisiche e
mentali – continua il tecnico – cercando di riparare alcuni acciacchi. E’ arrivato
il momento di fare sul serio e dare il massimo per vincere”.

Elena Nordio (San Salvatore Selargius)Sull’avversario di domani, matricola terribile del torneo, c’è poco da aggiungere. Allenato da una vecchia conoscenza del basket cagliaritano, l’ala ex Virtus Cagliari Michela
Voltan, la squadra vicentina poggia i propri successi sulle esterne Roberta
Martelliano (ad Alghero nella stagione 2011-2012) ed Erica Caracciolo (9’ di
media in 19°), oltre all’ala ex Virtus Cagliari Laura Benko. Se un limite c’è,
nella squadra vicentina che peraltro non ha puntato su alcuna straniera nel
roster, è però quello sotto i tabelloni. “Non hanno tanti centimetri ma
impongono buon ritmo – conclude Staico – ecco perché la gara potrebbe
decidersi nelle ripartenze”. Continua a leggere

588 Visite totali, nessuna visita odierna

SCONFITTA EDULCORATA DALL’AFFETTO DEI SARDI TREVIGIANI E TRIESTINI

Share

Nel dopo gara in Friuli fugace incontro con il Circolo di Trieste, apoteosi godereccia il giorno dopo a Treviso. Sulla sconfitta di sabato parlano Palmas, Canalis e Frau.

Selargius, 12 novembre 2013     Scarica il comunicato stampa in formato PDF

TREVISO: UN PRANZO LUCULLIANO E TANTE CHIACCHIERE

Le amarezze si cancellano semplicemente cambiando orizzonti e incontrando persone straordinarie. Dopo la brutta prestazione di Trieste le giallonere hanno trascorso una domenica diversa a contatto con i soci del Circolo Amicizia Sarda di Treviso. L’incontro è cominciato con un gustoso aperitivo a base di Prosecco e già da lì si è instaurato un rapporto speciale tra i presenti. A fare gli onori di casa il presidente Adalberto Garippa e i soci del circolo che di lì a poco avrebbero raggiunto gli altri convitati presso la trattoria “Rosa Peonia”, per dare vita all’annuale pranzo sociale. La delegazione campidanese non si è presentata a mani vuote: i dirigenti Gabriele Cinus e Alberto Saba hanno portato un bel pacco dono dove non poteva mancare la rinomata pasta di Cappero Selargino. Oltre al palato si è voluto dare sfogo anche alla cultura con l’aggiunta di diverse pubblicazioni. Spicca un libro sui vestiti tradizionali sardi, una raccolta di poesie scritte da Adele Alba Marras dal titolo “Bramas e Ammentos”, l’opera di Angelo Mavuli “Sentieri per una memoria – Diario di un viaggio”. Di rito il volume dedicato al trentennale del Basket San Salvatore Selargius, con tre chiavette usb e anche un orologio.

 

Continua a leggere

1,008 Visite totali, 1 visite odierne

SQUADRA NON IN SALUTE E SI VEDE

Share

A Trieste una debacle senza appello, condizionata anche dal metro arbitrale

Selargius, 9 novembre 2013   Scarica il comunicato stampa in formato PDF

TRIESTE. Squadra non in salute e un metro arbitrale un po’ discutibile. Il San
Salvatore Selargius incassa a Trieste (82-58) la seconda sconfitta consecutiva
nella serie A2 femminile di basket. Per la squadra di Staico una gara senza
appello, molto simile a quella giocata appena sette giorni prima in via Vienna
contro la Delser Udine. Questa volta a inficiare la prestazione di Lussu e
compagne è però anche la direzione arbitrale. “Non si perdono gare per colpa
degli arbitri ma l’aspetto mentale può condizionare la prestazione delle
giocatrici – afferma il tecnico delle giallonere Fabrizio Staico – oggi abbiamo
subìto almeno quattro sfondi su Lussu e Tinti. Ho chiesto con educazione ai
direttori di gara il perché di quelle scelte e con altrettanta educazione mi è
stato risposto che purtroppo siamo troppo leggeri là davanti. La stessa
coerenza non è stata però applicata quando eravamo noi a difendere”. Un
capitolo del regolamento che poco può però prestarsi e siffatte interpretazioni.
“Nel regolamento non si parla di peso – prosegue Staico nello sfogo del dopo
gara – passiamo tutta la settimana a lavorare sull’anticipazione delle linee di
penetrazione, mi chiedo cosa devo dire oggi alle mie ragazze”. Al di là degli
aspetti arbitrali in Friuli è ancora una volta mancato il carattere e la
determinazione dei giorni migliori. “C’è poco da fare, la squadra non sta bene –
conclude il tecnico – e tutti da oggi in avanti dovremo metterci in discussione”.
Nel riavvolgere il film della contesa, rimane di positivo la tenuta del match
dentro divari accettabili dopo un avvio complesso (14-6 al 4’) nel quale le
sansalvatorine sono state incapaci di contenere le incursioni dell’ala ungherese
Maria Vida. A fine terzo quarto le lunghezze di ritardo erano ancora 14 e
l’inerzia portava le sarde a una nuova inesorabile sconfitta. “Il tiro da tre punti
ci ha penalizzato – conclude il coach – abbiamo provato a metterci a zona
provando a difendere un po’ di più, ma come detto tutte le componenti sono
state a noi negative”.

IL TABELLINO:
CALLEGARIS TRIESTINA – SAN SALVATORE SELARGIUS 82-58

Callegaris Triestina: Trimboli V. 3, Rosellini 18, Zecchin 7, Trimboli S. 4,
Vida 24, Miccoli 10, Bianco 2, Cerigioni 2, Silli, Romano 12. Allenatore.

Basket San Salvatore Selargius: Yordanova 11, Lussu 16, Perseu 3,
Brunelli 5, Canalis 2, Palmas, Tinti 4, Visconti 15, Nordio 2, Dessì.

Allenatore: Fabrizio Staico.
Arbitri: Leonardo Furlan e Andrea Vigato di Padova.
Parziali: 26-16; 45-29; 58-46.

549 Visite totali, nessuna visita odierna

IL SAN SALVATORE NELLA TANA DELLA CAPOLISTA

Share

Staico: “Chiedo un pronto riscatto, con 40’ intensi e determinati”

Scarica il Comunicato stampa N°16/2013-14

Selargius, 8 novembre 2013
SELARGIUS. L’avversario peggiore nel momento migliore. Il San Salvatore si
appresta a partire per la seconda trasferta stagionale. Domani, alle 18.30, la
squadra di Fabrizio Staico farà visita alla Calligaris Triestina. Le friulane
veleggiano al primo posto in classifica, frutto di tre vittorie in altrettante gare
disputate. La squadra di Nevio Giuliano è una formazione attrezzata per
disputare un campionato di vertice. La conferma arriva dall’ottimo avvio di
campionato dell’ala ungherese Anna Vida (185 cm), che nelle sue prime tre
apparizioni sui parquet italiani ha messo a segno qualcosa come 16,3 punti e 8
rimbalzi di media a partita. La lunga è inoltre ben coadiuvata dalla guardia ex
Mercede Alghero Francesca Rosellini e da Maria Miccoli (ala locale di
appena 18 anni, autrice finora di quasi 10 centri ogni 40’). Sul fronte selargino,
l’obiettivo è quello di trasformare l’amarezza per la netta sconfitta casalinga
subita sette giorni fa ad opera delle Delser Udine in furore agonistico utile a
vender cara la pelle anche in trasferta. “Vicenza è una squadra giovane e simile
a Udine – l’analisi affidata a coach Fabrizio Staico – noi siamo ancora alla
ricerca della nostra reale identità”. La formazione campidanese dovrà fare i
conti con qualche acciacco d’infermeria che non ha permesso al gruppo di
allenarsi al meglio in settimana. “Chiedo ugualmente una gara intensa –
conclude il tecnico del San Salvatore – un pronto riscatto nel gioco e nella
determinazione da mettere in campo”.

Continua a leggere

534 Visite totali, nessuna visita odierna

CROLLO ALLA DISTANZA

Share

Una panchina più lunga permette alle udinesi di violare il bunker giallo nero

Selargius, 3 novembre 2013     Scarica il comunicato stampa n. 15 in PDF
Le voci bianche del Pallone non sono mai disfoniche. Nemmeno quando le loro
predilette si inabissano lentamente in un parquet reso particolarmente
impervio dalla immensità delle avversarie e da fischietti allergici al buon senso.
I piccoli supporter dalle melodie inesauribili sono da prendere d’esempio:
bisogna crederci anche se le situazioni appaiono disperate.

Continua a leggere

537 Visite totali, nessuna visita odierna

UN VALIDO TEST PER CAPIRE IL POTENZIALE GIALLONERO

Share

Impegno casalingo (domani, 16.30) contro la Delser Udine

Selargius, 1 novembre 2013    Scarica il comunicato stampa n. 14 in formato PDF
SELARGIUS. “Trentello” al Valmadrera. Può bastare l’ultimo risultato di Udine per comprendere la mole di impegno che aspetta Tinti e compagne in questa nuova gara casalinga. Sul parquet di via Vienna (sabato, 16.30) arriva la Delser, una nobile della categoria, fondata 33 anni fa dallo scienziato Mauro Ferrari, oggi presieduta da Alessandro Grassi, che nella sua storia può vantare anche sponsorizzazioni prestigiose come “Trudi” e l’attuale marchio “Delser” nota casa di prodotti dolciari. Le friulane, come tutti, hanno attraversato nella scorsa stagione momenti di difficoltà economica. Evitata la chiusura, hanno poi creato i presupposti per il rilancio. Oggi, squadra nuova di zecca e nuovo tecnico. Salutato Giuliano Stibiel, il coach di riferimento è Enrico Sinone, già assistant coach e a lungo nello staff tecnico udinese. Con lui la società riparte dal nucleo storico. E’ rimasta in friuli il capitano Debora Vicenzotti (ala del 1989, l’anno passato quasi 10 punti a partita), che ha rifiutato Ancona e Napoli. Con lei, le altre veterane come Sara De Biase e Federica Pozzecco (19 punti con Valmadrera) oltre alle giovani Alessandra Mio, Camilla Clemente ed Eva Da Pozzo. Tra i ritorni eccellenti figura quello di Patrizia De Gianni, dopo l’ultima stagione divisa tra Battipaglia e Cagliari, che tornerà a sgomitare sotto canestro e che sarà curioso, per la mobilità di entrambe, vedere raffrontata ad Alessandra Visconti. Una grande rivoluzione, dunque, nel roster, che non ha impedito alle prossime avversarie di Lussu e compagne di strappare i primi due punti casalinghi col Valmadrera dopo essersi arrese di misura a Vicenza. “Affrontiamo una squadra rinnovata ma con tanta qualità individuale – le parole di coach Fabrizio Staico – per noi sarà un test utile a capire il nostro reale potenziale”.

 

468 Visite totali, nessuna visita odierna