L’ULTIMA VITTORIA HA IL SAPORE DELLA FESTA

Share

In casa giallonera è tempo di bilanci per una stagione ancora una volta positiva

Gabriele Cinus”Merito di tutti, soddisfazioni soprattutto dal settore giovanile”

Selargius, 5 maggio 2015

Prima l’abbraccio dell’indimenticata ex Roksana Yordanova, poi il positivo bilancio finale di Gabriele Cinus. Per il San Salvatore Selargius l’ultima gara dell’anno sul parquet di via Vienna ha il sapore della festa. Sarà per la convincente vittoria interna (54-43 sul Viterbo), o forse per il fresco e prezioso raggiungimento degli obiettivi societari. In ogni caso, dopo tre stagioni in serie A2, c’è ancora una volta da applaudire l’operato di un gruppo coeso e dedito al lavoro. “Abbiamo scritto una nuova pagina nella storia del San Salvatore – dice un soddisfatto Gabriele Cinus, uno degli storici fondatori del sodalizio campidanese – a inizio stagione non avevamo grossi obiettivi. Cercavano una squadra capace di regalare il solito contagioso entusiasmo a tutto l’ambiente. Lo stesso entusiasmo è arrivato dalla D regionale maschile e dalle nostre squadre giovanili, sempre numerose e cariche di voglia di fare“. Per una volta, gara e risultato di via Vienna sono passati così in secondo piano. “Siamo enormemente soddisfatti – continua Cinus – il merito va diviso tra tutti: atleti, genitori, dirigenti e allenatori“. A questi ultimi il plauso più grande, al termine di  una stagione di sacrifici e impegno sui campi. “Un pò tutti ci invidiano il nostro gruppo di tecnici – conclude Cinus – ma il segreto stà soprattutto nella tranquillità e nella serenità con cui li lasciamo lavorare“. Dà ragione Fabrizio Staico, ancora una volta traghettatore verso un obiettivo la cui importanza è tangibile. “Quest’anno abbiamo allestito un gruppo nuovo e giovane rispetto al recente passato – spiega il coach del Selargius – in tre anni abbiamo conquistato senza affanni la salvezza e siamo stati spesso a un passo dai playoff. Traguardi utili a cercare nuovi stimoli e a continuare a migliorarsi“. La gara con Viterbo (online su www.directasport.it) è stata l’ultima con Dita Rozemberga a disposizione. La giocatrice lettone del Selargius è stata convocata dalla sua nazionale. A lei il ringraziamento da parte di tutta la società per la professionalità dimostrata e per la totale dedizione alla causa giallonera.

SAN SALVATORE SELARGIUS VITERBO 54-43

San Salvatore: Rozenberga 15, De Pasquale 9, Lussu 6, Angius 2, Rosellini 8, Astero, Palmas 4, Di Costanzo 6,  Dell’Olio 2, Cavallini 2. All. Fabrizio Staico.
Defensor Viterbo: Yordanova 14, Chimenz 5, Orchi 4, Romagnoli 2, Puggioni 8, Bernardini 1, Porcu, Mancabelli 2, Ndiaye 4, Spirito 3. All. Carlo Scaramuccia.
Arbitri: Alberto Giansante di Siena ed Emanuele Orlandini di Livorno.
Parziali: 17-9; 34-18; 44-29

1,677 Visite totali, nessuna visita odierna

TRIS DI VITTORIE PER IL SAN SALVATORE

Share

Al grido “forza Manu” le selargine frenano la corsa della capolista Carugate

Staico: “Gara di qualità, ma abbiamo vinto soprattutto fuori dal campo”

Selargius, 1 marzo 2015

Sofferta, e per questo ancora più bella. La vittoria sul Basket Carugate è il miglior epilogo di una giornata di sport e solidarietà. Prima della contesa contro la capolista del girone G il sodalizio di via Vienna era riuscito nell’intento di accentrare enorme attenzione attorno alle dinamiche relative alla donazione del midollo osseo. Un banchetto allestito ad hoc dalla A.D.M.O, una presentazione delle squadre atipiche e una lunga intervista ai responsabili del centro trapianto regionale del Binaghi sono serviti a sensibilizzare i tifosi sull’importanza della donazione, oggi ancora più sentita in virtù delle difficoltà attraversate del suo amato capitano Manuela Tinti. La gara è così passata in secondo piano, anche se il confronto è stato tra i più godibili giocati quest’anno sul parquet di Selargius. “Una gara di qualità, vinta soprattutto fuori dal campo – ha detto a fine gara il tecnico Fabrizio Staico, che volontariamente si è però voluto sottrarre dall’analizzarne i contenuti. “Ringrazio la società, in particolare Marco Mura – ha aggiunto il coach del San Salvatore – la stampa delle cento magliette è anche opera sua”. Il pensiero e la dedica per questa vittoria corrono veloci su Manuela. “Forza Manu – conclude Staico – questa vittoria è per te e per la tua battaglia, che vincerai a mani basse come hai sempre fatto sul campo”. La telecronaca della gara, con tutti i suoi contenuti extrasportivi, sarà presto online su www.directasport.it. Il commento è affidato a Mauro Farris.

SAN SALVATORE – BASKET CARUGATE 69-66

Basket San Salvatore: Rozenberga 10, De Pasquale 23, Lussu 10, Angius ne, Rosellini 16, Astero ne, Palmas, Di Costanzo 5, Dell’Olio 5, Cavallini ne. Allenatore. Fabrizio Staico

Castel Carugate: Casartelli 2, Cagner 13, Stabile 9, De Gianni 5, Robustelli 7, Giunzioni 13, Frantini 13, Colombo 2, Minervino 2, Gastaldi. Allenatore. Luigi Cesari.

Arbitri: Marco Guarino di Campobasso ed Emmylou Mura di Cagliari.                                                                           
Parziali
: 19-20;  32-40;  51-51;  69-66.

447 Visite totali, nessuna visita odierna