L’ULTIMA VITTORIA HA IL SAPORE DELLA FESTA

In casa giallonera è tempo di bilanci per una stagione ancora una volta positiva

Gabriele Cinus”Merito di tutti, soddisfazioni soprattutto dal settore giovanile”

Selargius, 5 maggio 2015

Prima l’abbraccio dell’indimenticata ex Roksana Yordanova, poi il positivo bilancio finale di Gabriele Cinus. Per il San Salvatore Selargius l’ultima gara dell’anno sul parquet di via Vienna ha il sapore della festa. Sarà per la convincente vittoria interna (54-43 sul Viterbo), o forse per il fresco e prezioso raggiungimento degli obiettivi societari. In ogni caso, dopo tre stagioni in serie A2, c’è ancora una volta da applaudire l’operato di un gruppo coeso e dedito al lavoro. “Abbiamo scritto una nuova pagina nella storia del San Salvatore – dice un soddisfatto Gabriele Cinus, uno degli storici fondatori del sodalizio campidanese – a inizio stagione non avevamo grossi obiettivi. Cercavano una squadra capace di regalare il solito contagioso entusiasmo a tutto l’ambiente. Lo stesso entusiasmo è arrivato dalla D regionale maschile e dalle nostre squadre giovanili, sempre numerose e cariche di voglia di fare“. Per una volta, gara e risultato di via Vienna sono passati così in secondo piano. “Siamo enormemente soddisfatti – continua Cinus – il merito va diviso tra tutti: atleti, genitori, dirigenti e allenatori“. A questi ultimi il plauso più grande, al termine di  una stagione di sacrifici e impegno sui campi. “Un pò tutti ci invidiano il nostro gruppo di tecnici – conclude Cinus – ma il segreto stà soprattutto nella tranquillità e nella serenità con cui li lasciamo lavorare“. Dà ragione Fabrizio Staico, ancora una volta traghettatore verso un obiettivo la cui importanza è tangibile. “Quest’anno abbiamo allestito un gruppo nuovo e giovane rispetto al recente passato – spiega il coach del Selargius – in tre anni abbiamo conquistato senza affanni la salvezza e siamo stati spesso a un passo dai playoff. Traguardi utili a cercare nuovi stimoli e a continuare a migliorarsi“. La gara con Viterbo (online su www.directasport.it) è stata l’ultima con Dita Rozemberga a disposizione. La giocatrice lettone del Selargius è stata convocata dalla sua nazionale. A lei il ringraziamento da parte di tutta la società per la professionalità dimostrata e per la totale dedizione alla causa giallonera.

SAN SALVATORE SELARGIUS VITERBO 54-43

San Salvatore: Rozenberga 15, De Pasquale 9, Lussu 6, Angius 2, Rosellini 8, Astero, Palmas 4, Di Costanzo 6,  Dell’Olio 2, Cavallini 2. All. Fabrizio Staico.
Defensor Viterbo: Yordanova 14, Chimenz 5, Orchi 4, Romagnoli 2, Puggioni 8, Bernardini 1, Porcu, Mancabelli 2, Ndiaye 4, Spirito 3. All. Carlo Scaramuccia.
Arbitri: Alberto Giansante di Siena ed Emanuele Orlandini di Livorno.
Parziali: 17-9; 34-18; 44-29

1,318 Visite totali, 2 visite odierne

UN OTTIMO SAN SALVATORE PIEGA IL CARUGATE

Giallonere vittoriose per la prima volta sul parquet lombardo  

Staico: “Quattro ragazze in doppia cifra sono un’ottima risposta del gruppo”

 Selargius, 27 aprile 2015

Lucia Di Costanzo (San Salvatore Selargius)Quattro ragazze in doppia cifra (Di Costanzo addirittura in doppia doppia, con 18 punti e 12 rimbalzi) e una gran bella prova del gruppo. Il San Salvatore Selargius fa rientro da Castel Caugate con due punti inattesi frutto di una convincente vittoria. Per le selargine di Staico, orfane in extremis di Veronica Dell’Olio,  a contare più di tutto è stata probabilmente la leggerezza d’animo. Giocare con la testa sgombra da valutazioni di classifica ha permesso alla squadra di farsi apprezzare per il gioco gradevole e agonisticamente di qualità, costruito sulle rapide transizioni di una ritrovata Anna Lussu e sulle buone percentuali. Il punteggio finale, tuttavia, tradisce la reale dinamica di un match che è stato in equilibrio praticamente per tutti i 40′. Soltanto nel finale, infatti, il San Salvatore ha trovato la forza di allungare, mettendo la parola fine a un risultato che alla vigilia, pareva difficile da ipotizzare. “Le ragazze sono state encomiabili – dice un soddisfatto Fabrizio Staico – hanno messo in campo tutta la loro professionalità, cancellando in un colpo solo le perplessità da me manifestate alcune settimane fa”. Una vittoria che fa morale e che aiuta a chiudere con serenità una stagione costellata di alti e bassi. Le giallonere sono ora attese dall’ultimo impegno davanti al proprio pubblico, sabato 2 maggio con Viterbo. “Mi piacerebbe vedere sugli spalti tutti i nostri sostenitori – conclude il coach del Selargius – c’è da festeggiare insieme la conquista di un risultato positivo in un campionato difficile e particolarmente equilibrato”.

CARUGATE – SAN SALVATORE SELARGIUS 56-67

Castel Carugate: Casartelli 8, Cagner, Stabile 8, De Gianni 12, Robustelli 4, Giunzioni 6, L’Altrella ne, Frantini 12, Colombo 3, Minervino 3. All. Luigi Cesari.
San Salvatore: Rozenberga 18, De Pasquale 13, Lussu 12, Angius, Rosellini 6, Astero, Palmas, Di Costanzo 18, Dell’Olio ne, Cavallini ne. All. Fabrizio Staico.
Arbitri: Claudio Borrelli di Cercola (NA) e Dora Natale di Maddaloni (CE).

Parziali: 17-13; 36-33; 49-46.

400 Visite totali, nessuna visita odierna

TUTTE SULLA CORDA, NESSUNA ESCLUSA

Le giallonere vogliono dimenticare Muggia centrando una vittoria a Carugate

Staico: “Sono sicuro della reazione del gruppo”

Selargius, 24 aprile 2015

Veronica Dell'Olio (San Salvatore Selargius)La sconfitta col fanalino di coda Muggia proprio non è andata giù. E con essa neppure la prestazione di un gruppo che ha ancora tanto da dimostrare. Il San Salvatore Selargius si rituffa in campionato con l’obbligo di continuare a fornire impegno e concentrazione. Non tanto ai fini della classifica, che vede le selargine già matematicamente salve, quanto per l’onore. La stagione non è infatti stata tra le più positive e chiudere con le braccia al cielo sarebbe la migliore medicina per ripartire. L’occasione di rivalsa è tra le più ghiotte. Domenica(ore 17) la formazione campidanese andrà infatti a far visita al Castel Carugate, sconfitto con appena tre lunghezze di vantaggio (69-66) nella gara giocata sul parquet di via Vienna. “Mi aspetto una grande risposta di temperamento da parte delle ragazze – dice il tecnico del San Salvatore Fabrizio Staico – in queste tre stagioni di serie A2  non ho mai sopportato vedere le attrici di un campionato così importante e difficile giocare con sufficienza”. Sulla partita Staico è lapidario. “A Carugate non abbiamo mai vinto e per noi le trasferte, che iniziano alle 5 del mattino, non sono mai facili. Mi aspetto comunque una gara punto a punto, da decidersi soltanto nel finale”.

386 Visite totali, nessuna visita odierna

SCONFITTA INDOLORE PER IL SAN SALVATORE

Le giallonere, già matematicamente salve, scivolano in casa con Muggia

La delusione di Staico “Se avessi avuto ulteriori giovani da mettere in campo qualcuna l’avrei già mandata a casa””

Selargius, 21 aprile 2015

 

Sarà la già matematica salvezza o forse l’appagamento per un campionato sofferto e per certi versi complesso. In entrambi i casi la sconfitta lascia l’amaro in bocca. Il San Salvatore s’inchina, sul parquet di via Vienna, all’Interclub Muggia, fanalino di coda del girone F della poule retrocessione. La sconfitta, arrivata al termine di un match dai due volti, con un Selargius prima chiamato a inseguire poi a fare la partita senza successo, non sposta di una virgola l’esito finale del torneo. In virtù dell’anticipo giocato giovedì scorso tra Albino e Biassono, con conseguente sconfitta delle brianzole, la formazione di Staico sapeva infatti già prima di scendere in campo di aver centrato l’obiettivo-salvezza. “Non può essere una scusante – ha detto a fine gara un contrariato Fabrizio Staico – oggi le ragazze non avevano la giusta disponibilità mentale per comprendere come attaccare una zona messa in campo dalle avversarie per 40′. Non avevamo, certo, la pressione del risultato, ma in settimana si era detto che si doveva iniziare a costruire il futuro”. Dal tecnico del San Salvatore arriva poi la stilettata che serve a tenere vivo l’ambiente in qeusta parte finale del torneo. “Avessi avuto ulteriori giovani del vivaio da mettere in campo qualcuna delle ragazze, oggi completamente priva di agonismo, sarebbe già rientrata casa – ha continuato il coach – sono queste importanti indicazioni per costruire la squadra della nuova stagione”. La gara è stata ripresa dalle telecamere di www.directasport.it ed è già liberamente visionabile in rete.

SAN SALVATORE SELARGIUS – INTERCLUB MUGGIA 59-63

San Salvatore Selargius: Rozenberga 12, De Pasquale 11, Lussu 9, Angius, Rosellini 6, Astero, Palmas 5, Di Costanzo 5, Dell’Olio 11, Cavallini ne. All. Fabrizio Staico.  Querciambiente Muggia: Masic 18, Castelletto 9, Capolicchio 10, Pregarc ne, Puzzer ne, Zizola 12, Richter ne, Policastro 10, Rosin, Mezgec 4. All. Mauro Trani.

Arbitri: Alberto Morassutti di Sassari e Giulia Caravita di Ferrara.

Parziali: 15-20; 30-35; 47-45

357 Visite totali, nessuna visita odierna

SALVEZZA DIETRO L’ANGOLO PER IL SAN SALVATORE

Giallonere impegnate domani (ore 18, via Vienna) col fanalino Muggia

Staico: “Ultimo sforzo, poi primi bilanci”

Selargius, 17 aprile 2015

Anna Lussu (San Salvatore Selargius)Due punti per chiudere anzitempo la stagione. E magari iniziare a comprendere cosa farne del futuro. Il San Salvatore Selargius si prepara alla quart’ultima fatica della stagione. Domani alle 18, in via Vienna, arriva l’Interclub Muggia. La gara assume importanza particolare perché una vittoria permetterebbe di chiudere col conforto della matematica salvezza la terza stagione di fila in serie A2. “Sarebbe il giusto coronamento di un stagione fatta di alti e bassi – dice Fabrizio Staico

,tecnico del San Salvatore – ma dico subito una cosa. Se dovessimo vincere chiedo già da adesso alle mie ragazze di continuare a spingere sull’acceleratore

fino al termine del torneo”. In effetti è proprio quando non ci sono obiettivi tangibili che viene fuori il reale attaccamento alla maglia. “E’ necessario da subito capire da parte di atlete (impegnate in campo) e società (dietro la scrivania) se ci sono i presupposti per le riconferme – prosegue il coach giallonero – perché soprattutto in questo periodo il futuro va programmato con anticipo e minuzia di particolari”. Tornando alla gara con Muggia, vinta abbastanza agevolmente all’andata, figurano non al top Rosellini e Lussu. Ragion per cui sarà più che plausibile un utilizzo più intenso delle seconde linee. “Voglio tutte sul pezzo – conclude Staico – per vincere e per chiudere con le braccia al cielo la stagione”. La gara sarà ripresa dalle telecamere di DirectaSport.it e trasmessa in differita a partire da lunedì 20 aprile.

367 Visite totali, nessuna visita odierna

VITTORIA E SECONDO POSTO PER IL SAN SALVATORE

Giallonere vittoriose per 63-71 a Biassono dopo un overtime

Staico: “Successo che vale mezza salvezza, ora testa giusta e gambe al top”

Selargius, 13 aprile 2015

Veronica Dell'Olio (San Salvatore Selargius)Era stato detto gara fondamentale ma non decisiva. Si può aggiungere ben giocata e chiusa con la personalità di chi sa di valere. Biassono-Selargius, giocata sabato e vinta dalle selargine per 63-71 dopo un overtime, vale più di mezza salvezza. Con questi due punti la squadra di Fabrizio Staico vola infatti al secondo posto in classifica dietro Stabia e insieme ad Albino e Carugate. I dieci punti vogliono dire però, soprattutto, quattro lunghezze di vantaggio dalla penultima, proprio la formazione brianzola, che a questo punto dovrebbe interpretare un rush finale per evitare la piazza che obbliga ai playout. “In effetti i giochi sembrano abbastanza fatti – dice Fabrizio Staico – e per quanto ci riguarda abbiamo una serie di vantaggi negli scontri diretti che ci fanno ben considerare l’ipotesi di acciuffare la salvezza con qualche giornata d’anticipo”. A rientrare sulla gara di sabato, l’analisi pare delle più semplici. “Abbiamo disputato una buona gara ma ci siamo fatte riprendere dalle avversarie con un pizzico di ingenuità – spiega il tecnico del San Salvatore – in questa fase del torneo ci stà. Poi siamo venute fuori alla distanza, giocando con personalità la parte decisiva del match”. Lo scout evidenzia ancora una volta la gran prova di Rozemberga. ” E’ una giocatrice di valore e lei lo sa bene – conclude Staico – il suo potenziale aumenterà ancor di più quando riuscirà a dosare con maggiore costanza la sua forza all’interno del ritmo-gioco”.

BASKET FEMM. BIASSONO – SAN SALVATORE SELARGIUS 63-71 d1ts

Basket Femm. Biassono: Novati 11, Iasenza, Porro 17, Ottolina, De Ponti 2, Rossi 10, Colombo 6, Tibè, Giulietti 7, Gargantini 10. Allenatore. Stefano Fassina.

Basket San Salvatore: Rozenberga 26, De Pasquale 9, Lussu 8, Angius ne, Rosellini 10, Astero ne, Palmas, Di Costanzo 6, Dell’Olio 12, Cavallini ne. Allenatore. Fabrizio Staico.
Arbitri: Ettore Zanotti di Piacenza e Davide Ciregna di Travaco’ Siccomario (PV).
Parziali: 12-23; 31-35; 42-48; 58-58.

382 Visite totali, nessuna visita odierna

A BIASSONO SCONTRO FONDAMENTALE MA NON DECISIVO

Le selargine (domani, ore 17) potrebbero mettere una firma indelebile sulla salvezza

Staico: “Gara che vale parecchio, per umore e classifica”

Selargius, 10 aprile 2015

Ada De Pasquale (San Salvatore Selargius)Viaggiare sul secondo gradino del podio ma non avere ancora certezze. E’ lo strano momento del San Salvatore Selargius. Le ragazze allenate da Fabrizio Staico hanno otto punti in classifica, ma in virtù dell’equilibrio del torneo, sono costrette a giocare col coltello tra i denti anche sul campo del Biassono (domani, 17), vicefanalino di coda del girone G ma a soli due punti di ritardo dalle campidanesi. “Non abbiamo avuto fortuna nel concentramento – ammette il tecnico del San Salvatore Selargius Fabrizio Staico – ma forse è giusto così. Se sarà salvezza è perché tutti l’avremo meritata”. Il prossimo avversario di Lussu e compagne, in difficoltà nella prima fase del campionato, arriva dalla sconfitta prepasquale sul campo di Viterbo ma anche da una bella prova di forza con Carugate. “E’ una squadra capace di guizzi improvvisi – continua Staico – ricordo, ad esempio, la gara dell’andata giocata in via Vienna. Furono capaci di mettere a segno sei triple nei primi sei tentativi. Poi la mia squadra comprese i rischi e iniziò ad arginare il buon momento delle avversarie”. Due punti sul parquet lombardo varrebbero comunque una buona dose di salvezza. “A quel punto mancherebbero appena quattro giornate e avremmo due vittorie di vantaggio più il favore degli scontri diretti – conclude il coach del San Salvatore – se non è una gara decisiva è certamente un confronto fondamentale.”

 

405 Visite totali, nessuna visita odierna

UN SELARGIUS DECIMATO SI ARRENDE A STABIA

Giallonere acciaccate ma in partita sino allo scadere

Staico: “La strada per la salvezza è tutt’altro che in discesa”

 Selargius, 31 marzo 2015

San Salvatore Selargius (fase di gioco)Ancora tutto da conquistare in casa San Salvatore. La sconfitta col Castellamare di Stabia, arrivata sabato in trasferta, ha rallentato il processo di avvicinamento delle giallonere alla quota salvezza. Otto punti potrebbero infatti considerarsi un bottino pregevole, se tutte le avversarie non corressero alla stessa maniera. “E’ una seconda fase meno agevole del previsto – commenta il tecnico del San Salvatore Fabrizio Staico – a parte Muggia, che ha due soli punti in classifica, ci sono ben quattro squadre nel giro di pochi punti”. Tanto più che Biassono, che tanto aveva faticato nella prima fase, sembra aver trovato in questo finale di stagione la quadratura del cerchio. “Sarà il nostro prossimo avversario e in via Vienna fu capace di infilare sei triple nella prima frazione – continua Staico – le ragazze devono comunque sapere che da qui alla fine non ci saranno gare scontate. Anzi, con tutta probabilità, la matematica arriverà soltanto all’ultima giornata”. Intanto la squadra ha pagato a Stabia la panchina cortissima, che ha permesso di utilizzare sul parquet appena sei elementi del roster. “Abbiamo fatto il massimo – conclude l’allenatore del San Salvatore – ora ricarichiamo le pile e ripartiamo determinate per il rush finale di una stagione fin qui poco fortunata”.

 TRUST RISK C. MARE STABIA – SAN SALVATORE  SELARGIUS 58-50

Trust Risk Group Stabia: Potolicchio 21, De Rosa ne, D’Avolio 3, Carotenuto, Papetti ne, Gallo 3, Moretti, Minervino 8, Gemini, Voynova 14, Calamai 9. All. Fabrizio Belfiore.

Basket San Salvatore: Rozenberga 9, De Pasquale 14, Lussu 3, Angius ne, Rosellini 11, Astero ne, Palmas ne, Di Costanzo 9, Dell’Olio 4, Cavallini ne. Allenatore. Fabrizio Staico.

Arbitri: Rebecca Di Marco e Fabio Ferretti.

Parziali: 19-17; 31-30; 45-43; 58-50.

395 Visite totali, nessuna visita odierna

SCONTRO AL VERTICE PER IL SAN SALVATORE

Le selargine faranno visita alla co-capolista Castellamare di Stabia 

Staico: “Squadra sul pezzo sin dai primi minuti della partita”

Selargius, 27 marzo 2015

San Salvatore Selargius (fase di gioco)All’andata segnò il primo inatteso ko salvezza. Scivolone che fece accendere nell’entourage giallonero più di un campanello d’allarme. Dopo un intero girone d’andata, buone prestazioni, qualche calo d’intensità, ma soprattutto otto preziosi  punti in classifica,  la gara di domani (15,30) con la Trust Risk Group Stabia diventa invece una normale sfida di campionato. Le due squadre sono appaiate, con Albino e Carugate, sul gradino più alto della graduatoria. Muggia a parte, la distanza con Biassono e Viterbo è però soltanto di due lunghezze. Ragion per cui, gli eventuali punti fuori casa di domani sarebbero accolti con estrema soddisfazione. “Al di là della classifica vorrei vincere, perché la sconfitta dell’andata non mi è proprio andata giù – dice Fabrizio Staico, tecnico del San Salvatore – ricordo una prestazione incolore delle mie ragazze soprattutto dal punto di vista difensivo, con la squadra molle al punto da  concedere 25 punti soltanto nei primi 10′ di gioco”. In quel match, ci furono poi segnali di ripresa, ma tutto arrivò troppo tardi. “E’ il solito problema – continua il coach del San Salvatore – per vincere le partite occorre dare un preciso segnale alle avversarie fin dalla prima palla a due”. La speranza è intanto quella di veder riaffiorare almeno la prestazione “monstre” di Rozemberga, che nel match di via Vienna mise a referto la bellezza di 38 punti personali. “Mi accontenterei delle sue giocate e di una buon prova di Dell’Olio e Di Costanzo – conclude Staico – perché per conquistare due punti domani, contro una squadra così ben organizzata vicino a canestro, ci vorrà una grande prova di maturità da parte di tutte”.

359 Visite totali, nessuna visita odierna

VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE SALVEZZA

Le selargine superano il Fassi Albino e volano al primo posto in classifica  

Staico: “Più di altre volte una vittoria di tutte”

 Selargius, 13 marzo 2015

Vittoria fondamentale, in chiave salvezza, per il San Salvatore Selargius. La formazione di Fabrizio Staico ha fatto sua la gara interna contro la Fassi Albino, raggiungendo così quota 8 punti, bottino utile a guardare con serenità e fiducia alla restante parte del torneo. In via Vienna non è stata una gara semplice. Sempre avanti nel punteggio, le giallonere hanno applicato quanto chiesto dal coach in settimana, determinazione e voglia, salvo poi rischiare l’aggancio delle avversarie sul finale. “Siamo andate bene in difesa e benino in attacco – ha detto nel dopo gara il tecnico del San Salvatore – la squadra è stata capace di lasciare poco spazio nelle soluzioni offensive alle avversarie, questo è un bel segnale da parte del gruppo”. Con 17 punti di vantaggio è stato certo facile dare più spazio a chi gioca meno. “Ma deve essere chiaro che tutti i minuti sono importanti – conclude Staico – rendere tutte protagoniste non è mai facile. Oggi, più di altre volte,  è stata una vittoria di tutte”. Per la telecronaca della gara, con commento di Fabio Frongia, è sufficiente cliccare su www.directasport.it.

SAN SALVATORE  SELARGIUS – FASSI ALBINO 70-62

Basket San Salvatore: Rozenberga 22, De Pasquale 16, Lussu 9, Angius 2, Rosellini 5, Astero, Palmas 2, Di Costanzo 7, Dell’Olio 7, Cavallini ne. Allenatore. Staico.
Fassi Albino: Sozzi, Celeri ne, Racchetti 5, Locatelli 5, Fumagalli 17, Scarsi 2, Isacchi 5, Carrara , Lussana 7, Vorlova 16, Marulli 5. Allenatore: Nazareno Lombardi.
Arbitri: Marco Marsico e Gianluca Cassiano di Roma
Parziali: 12-12;  37-27;  56-39;  70-62.

382 Visite totali, nessuna visita odierna